Perché leggere PROGENIE DEGENERE?

Non è un libro buonista, tantomeno un racconto romanzato a tinte rosa o uno storico polpettone variegato di copia-incolla e codizionamenti storicistico-ambientali; neanche si pone come riscatto ad un senso di colpa latente o acclarato, di cui il protagonista è assolutamente privo. Certo l'irragionevole troverà una spiegazione, un epilogo, ma non è questo il punto. Ho raccontato una storia senza sentirmi "giudice". Ho guardato con gli occhi del male una realtà divenuta adulta dopo l'abuso e di come l'abuso sia capace di mescolare sangue e sensi, anche là dove l'amore non c'entri. C'è una strana e insana empatia tra Samuel ed Ela, morbosa e gridata per lui (Samuel), silenziosa e invasiva per lei (Ela). Sono stati generati dal male ed è dal male che degenerano.

.

venerdì 25 maggio 2018

L'UOMO FA PAURA

Quante ne abbiamo combinate amico mio! Quante risate! Bisogna trovare il tempo per sorridere alla vita, anche quando ti alzi col torcicollo come me stamattina... poi guardi dalla finestra, la giornata è bella, promette bene. Tu vorresti rallentare, perderti nella natura, in qualcosa che diamo per scontato, pensando che sia lì, perfetta ad aspettarci per sempre. Niente di più sbagliato! In un tempo sempre più piccolo di un giorno qualunque, il potente nella stanza dei bottoni si alza a deturpare quello che è già di per sé perfetto. Il Creatore ha mandato il Figlio, il Figlio si è fatto uomo e l'uomo fa paura.


Nessun commento:

Posta un commento

CORREZIONE GRAMMATICALE E SINTATTICA. EDITING...